sabato 22 febbraio 2014

ART JOURNAL?? Storia di una pagina che prende vita!




Buongiorno mie care amiche, pronte per il week end? Oggi vi racconto la storia di questa pagina, non so se si tratta di Art Journal .... ma poco importa! Importante invece è che mi sono divertita a realizzarla e questo è il racconto di quello che è successo........

Questa è  la storia di  "Occhi Belli" un'immagine, stampata come prova sulla pagina di una vecchia agenda e lasciata li per un tempo indefinito. Occhi Belli era timidissima, non aveva mai avuto il coraggio di rivolgere la parola a nessuno e si sentiva tanto sola, sperduta in una pagina tutta bianca.

Un giorno, una bella Matita di quelle grasse e simpatiche le chiese: "che fai tutta sola?" 
Occhi Belli si illuminò, fu felicissima che qualcuno le avesse rivolto la parola, e quasi sottovoce rispose:
"Aspetto che qualcuno mi colori....."
Matita la guardò con attenzione e disse: "io non sono un colore ma se tu vuoi posso provarci!"
a queste parole Occhi Belli si illuminò e accettò con entusiasmo, tutto pur di non stare più sola, e quella simpatica Matita era proprio come un bel regalo nella sua esistenza solitaria.

Matita si mise al lavoro e tocco dopo tocco iniziò a dare corpo all'immagine solitaria.....
Nel frattempo, Black, una penna nera che giaceva sul foglio accanto,  attirata dal rumore che proveniva da dove in genere c'era il silenzio assoluto, tirò su la testa ed  incontrò lo sguardo di Occhi Belli......  per la prima volta si rese conto di aver sottovalutato la sua vicina, mai infatti si era accorto di tanta bellezza e mai aveva considerato di dedicarle anche un solo tratto ma ora....... ora le cose erano diverse!
Si mise in piedi e lisciando il suo bel vestito di alluminio satinato si presentò, "Buongiorno mia bella vicina" disse, "Buongiorno mio bel vicino" rispose lei e nell'istante stesso in cui le parole le uscirono dalla bocca si rese conto che mai prima di allora avrebbe pensato di rivolgersi a qualcuno con tanta sicurezza. Matita, che continuava a dare tocchi qua e là, sentendo la risposta di Occhi Belli tirò su la testa e sorrise, "ahhhh.... i miracoli del make-up" pensò e poiché non era avvezza alle finezze della diplomazia apostrofò Black senza tanti complimenti "Si, si, 'mia bella vicina'!.... ma hai intenzione di star li a guardare o mi dai una mano?" Black non se lo fece ripetere due volte e sfoderata la sua punta fine iniziò a svolazzare qua e la creando una bellissima cornice per la sua nuova amica.

Dopo un po, Matita  tutta sudata e quasi spuntata, si allontanò dall'immagine e controllò la sua opera, si rese conto a quel punto che le ombre erano troppo forti e nonostante Occhi Belli facesse mille complimenti e fosse tanto soddisfatta, consultò il suo amico Black e insieme decisero di chiedere l'aiuto del loro vecchio amico Sfumino.
Sfumino era un personaggio particolare, appariva un po sporco e trasandato ed Occhi Belli vedendolo ebbe quasi paura ma Matita, captato il suo sguardo, le disse "stai tranquilla e fidati, vedrai che ne varrà la pena"
Detto fatto, Sfumino si mise al lavoro e mentre saltellava qua e la, Occhi Belli cercava di non ridere troppo (Sfumino le faceva il solletico). Dopo tanto lavoro e qualche risata Sfumino disse ai suoi amici che si allontanava per un attimo. Immaginate la sorpresa quando tornò a braccetto con la regina dei colori la Signora Di Rosso Coloro!! Black e Matita subito subito la salutarono con deferenza e spiegarono ad Occhi Belli che si chiamava così perché il suo colorare era tanto forte ed emozionante che tanti disegni come lei avevano pianto al suo contatto.

E fu a quel punto che, come solo le regine sanno fare, Di Rosso Coloro fece qualche cenno con il capo e magicamente su quel foglio presero vita dei bellissimi fiori che animarono la pagina. 
Che dire..... come prevedibile Occhi Belli si emozionò talmente tanto che pianse!!
Occhi Belli  non fu più sola in quella triste pagina tutta bianca ed ebbe il regalo immenso del tocco magico della regina dei colori ma soprattutto conobbe due amici che prima di andare via le promisero di tornare a trovarla di quando in quando.


Il mio racconto finisce qua, se avete avuto la pazienza di leggerlo vi ringrazio di cuore a vi lascio con una richiesta...... raccontatemi voi la morale di questa favola......

Thanks for stopping by

Giò

13 commenti:

SARA ha detto...

complimentoni potresti pure creare un bel libro per bambini con queste magnifiche storie! ottimo lavoro :)

Cri ha detto...

bellissimo racconto!! invoglia tantissimo a disegnare... e se poi il risultato è come il tuo... allora wowwwwww!!!! bravissima, come sempre <3

Stefania Salmi ha detto...

Grande Giò! Una fiaba meravigliosa, scritta benissimo e molto coinvogente! La morale? Forse dentro questa fiaba se ne possono trovare tante, la mia è questa (forse perchè rispecchia molto il mio momento attuale) "Quando ti senti sola e persa nel tuo buio, non perdere le speranze perchè quando meno te lo aspetti, un’amica con un abbraccio riaccenderà la luce e ti farà sentire speciale" Un bacio mia cara Giò

crazycanca ha detto...

Che meraviglia Giò.....sia la storia che il risultato! Sei proprio tutta da scoprire!!

cristina ha detto...

Bellissima storia...la mia interpretazione...quando meno te lo aspetti arriva ciò che hai desiderato da una vita e da chi non avresti mai pensato ti potesse dare tanto ...

cristina ha detto...

Bellissima storia...la mia interpretazione...quando meno te lo aspetti arriva ciò che hai desiderato da una vita e da chi non avresti mai pensato ti potesse dare tanto ...

LauraVi ha detto...

La morale? Mah... Nella situazione di Occhi Belli prima o poi ci passiamo tutte, il finale della tua storia dà una lettura positiva e ricca di speranza. Complimenti davvero, usi alla grande penna e colori!

ste ha detto...

Non so se è art journal, ma è sicuramente arte e il racconto pura poesia.

Ciao
Ste

Bimba... ha detto...

Che meraviglia! La morale? Nella vita c'è sempre speranza !

tiziana biagioli ha detto...

Grazie per la tua bellissima storia è vero quando meno te l'aspetti c'è sempre qualcuno che ti aiuta a sollevarti da terra....per fortuna c'è sempre speranza!!!
Il tuo lavoro è meraviglioso come sempre peccato che c'è il mare di mezzo perchè mi piacerebbe tantissimo conoscerti, ti ammiro sia come artista che come persona!!!
Baci

M!R ha detto...

E' davvero una bella storia. L'ho letta questa mattina appena l'hai pubblicata e mi ha accompagnata durante tutta la giornata. la morale? credo più di una. da quella proposta da Stefania, al fatto che alla fine la matita, la penna nera e il colore Rosso se ne stavano per i fatti loro ed il capolavoro è uscito fuori quando tutti hanno fatto la loro parte, anche se non era dovuta… non lo so, mi sa tanto di famiglia questa opalina qui…

in ogni caso, restando ai colori… tu sei la mia matita, la mia penna gel, il mio colore rosso.
ed io ti voglio proprio bene.
Mir

claudia ha detto...

Meravigliosa, come te!
con affetto
Claudia

Marina ha detto...

Bellissima favola,m la tua colorazione e stupenda ,complimenti